ESCURSIONI GIORNALIEREEUROPAHOMEI NOSTRI VIAGGISVIZZERA

Come raggiungere da Zurigo le cascate più grandi d’Europa

cascate-del-reno-svizzera-sciaffusa

Quest’escursione é stata realizzata in collaborazione con „Best of Switzerland Tours“ che ringrazio vivamente!

State visitando la Svizzera e siete nelle vicinanze di Zurigo? Avete poco tempo a disposizione e non volete perdervi una breve visita alle cascate più grandi d’Europa che si trovano a Neuhausen am Rheinfall? Vi suggerisco allora un’escursione di mezza giornata per farvi un’idea della potenza delle cascate del Reno. Grazie a «Best of Switzerland Tours» ho potuto vivere quest’esperienza aggregandomi al gruppo di turisti. È stata per me un’avventura nuova e divertente!

Da dove partono i tours per le cascate più grandi d'Europa

Il luogo di partenza per tutti i tours é il Sihlquai Bus Terminal nelle vicinanze della stazione di Zurigo. La partenza per questo tour, che ha una durata di 5 ore, é alle ore 13.15. In pratica oltre alla visita delle cascate il tour comprende anche una breve visita alla cittadina medievale di Stein am RheinIl giro turistico é in lingua inglese o tedesca. Per tutte le informazioni e altri tours vi mettiamo il link qui sotto:

https://www.switzerland-tours.ch/de/

entrata-castello-laufen-reno-sciaffusa-svizzera
Entrata nel castello di Laufen - Cascate del Reno
cascate-reno-svizzera
Cascate del Reno

Le cascate più grandi d'Europa: informazioni utili

Le  cascate del Reno si trovano a bordo del castello di Laufen, costruito su una roccia a due passi da Sciaffusa (se avete tempo fate una capatina anche in questa città).

Si formarono ca. 15’000 anni fa in seguito allo scioglimento dei ghiacciai quando il fiume Reno si stava scavando un letto nel terreno calcareo. La potenza di queste cascate, che sono solo 23 m alte, é gigantesca, sono 700 m3 d’acqua che a secondo precipitano scrosciantemente nel vuoto in un bacino della larghezza di 150 metri. Uno spettacolo grandioso della natura che ti lascia senza parole. 

Molti sono i personaggi famosi che sono stati quì. Il poeta Wolfgang von Goethe, che ha visitato la Svizzera diverse volte, una mattina si fece guidare alle cascate per godersi lo spettacolo nelle prime luci dell’alba. 

Cascate-Reno-Sciaffusa-Svizzera

Le cascate più grandi d'Europa: partenza

Si parte alle ore 13.30 ca. Prendo posto nel pullman insieme al gruppo di turisti e mi godo il panorama che scorre davanti: zone vinicole e incantevoli villaggi agricoli. La giornata é perfetta e dopo ca. 1 ora arriviamo a destinazione. Entriamo nel castello, oggi adibito a ristorante ed ostello, e ci dirigiamo a sinistra da dove parte un piccolo sentiero che ci conduce direttamente al doppio ascensore panoramico che in pochi secondi, ci porta giù alle piattaforme panoramiche senza barriere.

ascensore-panoramico-sciaffusa-cascate-reno
Ascensore panoramico che porta alle piattaforme
vista-ascensore-panoramico-cascate-reno-sciaffusa-svizzera
Vista dall'ascensore panoramico
cascate-reno-sciaffusa-svizzera

Le cascate più grandi d'Europa: giro in battello

Il Gruppo si divide, alcuni vanno direttamente alle piattaforme, altri come me decidono di fare un giro in battello. È infatti solo cosi che ci possiamo avvicinare alla possente roccia, al centro delle cascate dove sventola la bandiera Svizzera. Infatti dal centro si solleva un gigantesco masso che divide il cantone di Sciaffusa da quello di Zurigo. Ci avviciniamo al massimo, il rumore dell’acqua è assordante ed avverto spruzzi d’acqua sulla pelle.

Terminato il giro mi avvio alle diverse piattaforme per ammirare le cascate dai diversi punti panoramici. Da una di queste riesco quasi a toccare l’acqua che scorre e quasi percepisco il ruggito su tutto il corpo!

tour-battello-cascate-reno
fortezza-sciaffusa-svizzera
Fortezza Munot di Sciaffusa

Visita a Stein am Rhein: città medievale

Dopo ca. 1 ora si riparte in direzione di Stein am Rhein, una città medievale a ca. 45 min. da Neuhausen. Durante il tragitto scorgiamo da lontano la famosa fortezza Munot di Sciaffusa immersa nei vigneti, che come ho già menzionato merita una visita.

Mai e poi mai avrei pensato di entrare in un libro di fiabe. È questa  la sensazione che ho avuto quando ho messo piede in questa pittoresca cittadina che ha ca. 3’000 abitanti lungo il Grand Tour of Switzerland. Una carrellata di case a graticcio, alle quali nel 1972 é stato conferito il primissimo premio Wakker. Il castello di Hogenklingen a picco veglia sulla città e offre una vista sul lago di Costanza e sui paesaggi intorno al fiume Reno.

stein-am-rhein
Stein am Rhein
case-graticcio-stein-am-rhein
Tipiche case a graticcio - Stein am Rhein

Sulla strada principiale la guida mi consiglia di entrare in una gelateria italiana, dove faccio sosta e mi gusto un gelato al pistacchio. È stato un grande orgoglio per me quando ho sentito dal propietario che i pistacchi arrivano direttamente da Bronte: un paesino alle pendici dell’Etna.

La guida ci racconta che nel Medioevo si sconsigliava di bere acqua per non contrarre alcune malattie, così si finiva piacevolmente per bere vino e birra che, penso, non dispiacesse per niente.

Una curiosa leggenda

Durante la passeggiata c’imbattiamo nella statua di Alessando Magno vicino alla quale c’é una casa sulla cui facciata notiamo un fregio dove il soggetto principale sembra essere il sole. Si racconta che A. il Conquistatore appena fatto ingresso in città, (dopo essere stato nominato generale) fu avvicinato dagli abitanti che si congratularono con lui, all’infuori del filosofo Diogene che rimase affacciato alla finestra. Alessandro vedendo che si teneva in disparte, si avvicinò e gli chiese, se tutto andasse bene, allora Diogene lo guardò per un attimo e gli disse: “Esci dal sole!”.

fontaa-stein-am-rhein
Fontana A. Magno
casa-graticcio-stein-am-rhein
Casa con sole della leggenda

Visita a Stein am Rhein: un antico convento

Visitiamo anche un antico convento, trasformato in museo, che si affaccia sul fiume Reno, le case dell’Abate e i giardini. Mi sembra di tornare indietro nel tempo. Da lontano scorgo una porticina in legno e mentre il gruppo si allontana, mi avvicino e la oltrepasso. Osservo il paesaggio tutto intorno e non riesco a smettere di scattare foto!

convento-stein-am-rhein
Porta del convento che si affaccia sul fiume Reno - Stein am Rhein
convento-san-giorgio-stein-am-rhein-svizzera
botti-vino-convento-stein-am-rhein

Impressioni

Qualche anno io e Claudio visitammo le impetuose cascate di Iguazu alla frontiera tra l’Argentina e il Brasile, nonché quelle del Niagara, ma mai fino ad oggi ci era passata per la mente l’idea di visitare le più grandi d’Europa a due passi da casa! Io personalmente ho così aggiunto anche questa nella nostra lista delle bellezze naturali.  Dopo qualche ora risaliamo sul pullman che ci riporta a Zurigo. Felice di avere portato a casa un’altra esperienza da condividere con voi e che consiglio vivamente!

Con affetto

Paeuline 🙂

Seguici anche qui

Schreiben Sie einen Kommentar

Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.