EUROPAHOMEI NOSTRI VIAGGIMONTREUXSVIZZERA

Montreux: 5 motivi per andare

Quest’escursione é stata realizzata in collaborazione con l’Ente del Turismo di Montreux.

Ciao a tutti! Siamo felici perché abbiamo avuto la possibilità di ritornare a Montreux. Dall’ultima volta che abbiamo visitato quest’incantevole città, sono trascorsi alcuni anni. Allora non esisteva il nostro blog e non avevamo Instagram per condividere le nostre esperienze con voi. Per chi non la conoscesse, Montreux é situata tra le ripide colline sulle rive del lago di Ginevra. Come molti sanno é conosciuta per il Montreux Jazz Festival che si svolge ogni anno in estate, ma soprattutto per il suo clima mite che caratterizza la città.

Il nostro programma di oggi prevede inizialmente la visita di uno dei castelli più affascinanti e visitati della Svizzera: il Castello di Chillon. La sua architettura ricorda quella goticheggiante delle cattedrali del 13° sec. e sicuramente merita una visita da parte di coloro che sono interessati ai castelli ed al Medioevo.

Arriviamo alle ore 9 ca. al castello e fiancheggiamo il lungolago, dove ammiriamo alberi mediterranei e bellissimi edifici della Belle Epoque. Finalmene arriviamo sull’isoletta dove si trova il castello. Eh si perché questa fortezza é appoggiata su uno sperone roccioso ed, oltre alle torrette e ai bastioni, offre una vista spettacolare sulle Alpi circostanti.

C’inoltriamo così nell’atmosfera magica del castello e per un pò viviamo il mondo attraverso gli occhi dei signori del borgo e ritorniamo indietro nel tempo: davanti a noi si aprono immense sale da ricevimento, camere da letto originali risalenti ai tempi del dominio bernese, sale da bagno con bellissimi murali. In tutto ci sono 25 ambienti e tre cortili che sono protetti dalle cinte murarie. In questo periodo fino al mese di Aprile 2019 dentro al castello si svolge l’evento „L’eau à la Bouche“ che dà la possibilità di assaggiare le prelibatezze del medioevo.

Questa fortezza appartenne prima ai conti di Savoia, poi fu la volta dei bernesi che la conquistarono fino a quando non passò definitivamente in mano ai vodesi.

Dovete sapere che su questo castello ci sono innumerevoli leggende. La più nota é quella di Bonivard, che divenne famoso nel mondo attraverso il poema “il prigioniero di Chillon” di Lord Byron e che sicuramente si lasciò ispirare da questo impressionante panorama.

Copyright: Montreux Riviera – Château de Chillon
Copyright: MONTREUX RIVIERA – Saathiya-2011

Orario d’apertura del castello:

Ore 9.30 e può essere visitato tutto l’anno.  

Per tutte le informazioni: http://www.chillon.ch

 MONTREUX E DINTORNI:
VEVEY

© Montreux Riviera – Chateau de Chillon
Ph: Montreux vue 2010

Terminata la visita, ci avviamo verso la stazione di Veytaux-Chillon, a 7 minuti (a piedi) dal castello, per dirigerci a Vevey. Al posto del treno si può prendere il postale nr. 201 che dalla fermata del castello parte ogni 10 minuti.

Arriviamo in questa graziosa cittadina e ci addentriamo subito nel centro storico dove ammiriamo vari edifici del 19° sec. Il tempo é soleggiato e non fa molto freddo, così continuiamo la nostra passeggiata fino al lungolago e notiamo il “Nutritional Museum Alimentarium”, dove si tengono mostre e laboratori culinari. Purtroppo non abbiamo avuto il tempo di visitarlo, ma ci ritorneremo! A due passi dal museo non passa inosservata un’enorme forchetta che si sporge dal lago. Sul prato di fronte si trova la statua di Charlie Chaplin, che lo facciamo rivivere, scattandogli mille foto.  Del resto é per questo motivo che siamo qui! Si, perché poco distante da quì, esattamente a Corsier-sur-Vevey, si trova il museo dedicato a questo grande artista.

Lago di Ginevra
Lungolago Vevey – Statua Charlie Chaplin

DOVE MANGIARE A VEVEY:

Prima però ci concediamo un pranzetto in un ristorante, consigliatoci dall’ente del turismo di Montreux: Les 3 Sifflets, che oggi festeggia il 20° anniversario https://www.3sifflets.ch. Come specialità scegliamo la fonduta di formaggio. Quando ci viene portato il piatto della fonduta in tavola, restiamo stupiti perché inizia la musica della marcia e due camerieri, nella vecchia uniforme dell’esercito, arrivano sventolando la bandiera Svizzera! Haha! Un’esperienza da fare ed una fonduta squisita. Direi la migliore fra tutte quelle che abbiamo gustato fino ad oggi. Grazie per il consiglio 🙂 https://www.montreuxriviera.com 

Ristorante Les 3 Sifflets – Vevey
Ristorante Les 3 Sifflets – Vevey

Altri ristoranti consigliati a Vevey dall’ente del turismo di Montreux:

MONTREUX E DINTORNI:
CHAPLIN’S WORLD

Alle 13.41 prendiamo il postale nr. 212 presso la posta di Vevey che ci conduce al museo.

Veniamo gentilmente accolti dalla responsabile per le comunicazioni, la sig.ra Annick Barbezat-Perrin che ci spiega come si svolge la visita. Iniziamo dallo studio cinematografico, dove vengono proiettati alcuni spezzoni dei film più belli di Charlie Chaplin, ammirando così la sua brillante carriera artistica. La seconda tappa é dedicata al museo dove si attraversano i set cinematografici dei suoi film! Abbiamo incontrato figure in cera dei più prestigiosi personaggi del cinematografo italiano: il maestro Federico Fellini ed il grande Roberto Benigni. La terza tappa comprende la visita della casa dell’artista (e l’enorme parco), nella quale passò gli ultimi 25 anni insieme alla sua famiglia dove, come lui stesso ha raccontato, ha trascorso gli anni più belli della sua vita. In questa dimora si trovano ancora tutti i suoi mobili, accessori e ritratti personali. Appena entrati nella sala da bagno ci siamo ritrovati davanti alla ricostruzione in cera dell’attore, cosi curata nei minimi particolari, che ci ha lasciato per qualche secondo col fiato sospeso: sembrava vivo! Siamo rimasti affascinati da questo museo che consigliamo a tutti di visitare!

“With such happiness, I sometimes sit out our terrace at sunset and look over a vast green lawn to the lake in the distance, and beyond the lake the reassuring mountains, and in this mood think of nothing but enjoy their magnificent serenity”.
Charlie Chaplin

Chaplin’s World – Corsier-sur-Vevey
Chaplin’s World – Corsier-sur-Vevey

Orario d’apertura:

Il museo é aperto tutti i giorni anche nei giorni festivi www.chaplinsworld.com.

  • Orario di apertura dal 1° ottobre al 21 dicembre dalle ore 10 alle ore 17
  • Dal 22 dicembre al 6 gennaio 2019 dalle ore 10 alle ore 18
  • Il museo rimane chiuso il 25 dicembre 2018 fino al 1° gennaio 2019 e dal 7 al 14 gennaio 2019

Costi biglietti a persona:

  • Adulti: CHF 25.00
  • Ragazzi: CHF 18.00
  • Bambini fino a sei anni: gratis
  • Biglietto Famiglia: CHF 70.00
    (4 persone)
Riviera Casa di Charlie Chaplin Copyright Montreux Riviera

CHAPLIN’S WORLD: CURIOSITÀ

Tutto ebbe inizio quando Charlie Chaplin, in un’intervista durante la seconda guerra mondiale, ammise di essere riconoscente alla Russia per avere sconfitto i tedeschi, pur non essendo un comunista! Durante il suo viaggio in Europa, in occasione della promozione del suo film, ricevette sulla nave dove viaggiava, un telegramma dagli Stati Uniti con il quale gli veniva comunicato che non poteva più ritornare nel paese! Nel periodo che si trovava in Svizzera, decise che avrebbe vissuto lì insieme alla sua famiglia. Il suo chaffeur ebbe un ruolo importante nell’acquisto di questo immenso podere a Corsier-sur-Vevey dove visse fino alla sua morte.

MONTREUX E DINTORNI:
LAVAUX – PATRIMONIO UNESCO

Alle ore 16.00 con il postale nr. 212 rientriamo a Vevey. Da quì ci spostiamo a Rivaz (nella riviera di Lavaux, patrimonio UNESCO), dove ci aspetta una degustazione di vini presso il “Vinorama”: un edificio moderno ed originale costruito in rispetto dell’ambiente, integrato nella bellezza naturale tra i vigneti terrazzati e borghi medievali della regione Lavaux. www.lavaux-vinorama.ch. Fuori dall’edificio si può ammirare una spettacolare cascata.

Vinorama – Rivaz
Copyright: Montreux MediaTrip Gul Panag-2012

Questi vigneti producono degli ottimi vini di produzione Lavaux, beneficiando del clima mite intorno a Montreux. Veniamo accolti all’interno da una simpatica signora molto competente, che ci fa degustare vari tipi di vini pregiati del vigneto. Non vogliamo perderci una visita anche al mercatino di Natale a Montreux, così dopo la degustazione la ringraziamo e acquistiamo qualche bottiglia di vino.

 MONTREUX E DINTORNI: MERCATINO DI NATALE

Da 24 anni Montreux Noël si estende sull’intero lungolago, magicamente illuminato e decorato per l’occasione. Circa centocinquanta chalets illuminati rendono tutto più incantevole. Ci godiamo l’atmosfera natalizia e veniamo ammaliati da ogni stand. Mentre percorriamo il lungolago veniamo invasi da odori e profumi vari delle prelibatezze natalizie e di piatti tipici del luogo. Avvicinandoci verso la ruota panoramica, notiamo la statua di Freddie Mercury. Il cantante del gruppo rock dei Queen, che fu talmente affascinato dalla cordialità di Montreux che si stabilì in questo luogo. Acquistò uno studio di registrazione e produsse il suo ultimo album con la band: “Made in Heaven”. Oltre a questa, a Montreux troverete altre statue di artisti come: Aretha Franklin, David Bowie, Deep Purple, Adele. Vi chiederete: Cosa avranno questi artisti in comune? Hanno partecipato tutti al Festival Jazz che si svolge nel lungolago di Montreux ogni anno nel periodo estivo e si protrae per 2 settimane. https://www.montreuxjazzfestival.com.

Copyright: Montreux Riviera – Montreux Noël
Copyright: Montreux Riviera – Montreux Noël
Montreux – il mercato di Natale

Non potevamo perderci un giro sulla ruota panonamica, così acquistiamo i biglietti  (CHF 6.00 a persona) e ci godiamo per qualche minuto Montreux tutta illuminata.Speriamo di avervi ispirato a visitare Montreux ed aspettiamo i vostri commenti.

Con affetto

Paeuline

Articolo in collaborazione con l’Ente del Turismo di Montreux.

Seguici anche qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *